C’è acqua su Bennu!

Mega ciao!
Non ci crederete, ma un fenomeno ha lanciato una nuova teoria: la Terra ha la forma di una ciambella (a Homer Simpson piace moltissimo questo elemento). Li sentite anche voi Eratostene, Copernico, Keplero, Einstein, Hawking e tutti i più grandi scienziati del passato rivoltarsi nella tomba? Dopo questa notizia che vi avrà sicuramente strappato una risata disperata/isterica passiamo a cose serie. Tempo fa vi avevo parlato della partenza della sonda OSIRIS-REx, la prima sonda destinata ad andare su un asteroide, raccoglierne un campione e tornare sulla Terra in modo che gli scienziati della NASA possano analizzarlo. Ebbene la sonda è arrivata in prossimità di Bennu (qui sotto l’immagine realizzata dalla NASA) e ha fatto una scoperta eccezionale: ha trovato tracce di molecole contenenti idrogeno ed ossigeno legati tra loro. In particolare sembra che l’argilla, che forma la zona analizzata dallo spettrometro della sonda, contenga acqua! Bennu è troppo piccolo per poter ospitare acqua liquida, ma pare che il corpo più grande da cui si è formato ne avesse. Questo rende l’asteroide molto interessante e potrebbe permetterci di capire come si sono formate e che composizione chimica avevano le prime sostanze volatili ed organiche all’interno del Sistema Solare. Il rientro della sonda è previsto per il 2023 e ci aspettiamo delle scoperte sensazionali.
A presto!

Sara

Image credits:  NASA/Goddard/University of Arizona

Voyager 2 esce dall’eliosfera

Mega ciao!
Scusate l’assenza ma sono persa nei meandri della fisica quantistica. Vi avevo promesso una serie di post per fornirvi le prove scientifiche del fatto che la Terra non è piatta. Questi post arriveranno prossimamente.
Oggi parliamo della sonda Voyager 2. Ieri è arrivata la notizia dalla NASA che la sonda ha finalmente lasciato l’eliosfera, cioè quella bolla protettiva creata dal campo magnetico solare. Ci sono giornali che stanno dicendo che, per questo motivo, la Voyager 2 ha lasciato il Sistema Solare: NON E’ VERO!!! La sonda si trova ancora ben all’interno del nostro sistema, a soli 18 miliardi di chilometri di distanza dalla Terra! Questo significa solo che comunicare con la sonda è un po’ complicato: ci vogliono circa 16 ore e mezza perchè un segnale proveniente dalla Voyager arrivi sulla Terrra e altre 16 ore e mezza perchè un comando digitato dal centro di controllo arrivi alla sonda.
I confini del Sistema Solare invece vengono posti al termine della Nube di Oort, cioè una regione in cui sono presenti le comete che si estende da circa 1000 unità astronomiche di distanza dal Sole a circa 100 mila unità astronomiche. L’unità astronomica è definita come la distanza tra la Terra ed il Sole, che è di circa 150 milioni di chilometri. Quindi se volete fare le dovute conversioni, per capire a quanti chilometri corrisponde il confine esterno della nube di Oort, vi basterà moltiplicare 100 mila unità astronomiche per 150 milioni di chilometri: risultano circa 15 mila miliardi di chilometri. La Voyager 2 ci metterà circa 300 anni per arrivare all’inizio della nube di Oort e circa 30 mila anni per raggiungerne il confine ed uscire finalmente dal Sistema Solare.
A presto!

Sara

 

Immagine della NASA

Complottismo ed ignoranza spaziale

Mega ciao!
Ultimamente mi è capitato di leggere e sentire cose che voi umani non potete neanche immaginare! Tra queste ci sono le classiche teorie del complotto che dicono che non siamo stati sulla Luna e che è assurdo pensare ad un viaggio su Marte dato che “l’uomo deve ancora trovare il modo di uscire dalle fasce di Van Allen”. Ovviamente c’è chi sostiene che l’Australia non esiste (se leggendo sentite rumori sinistri probabilmente è il suono della mia testa che sbatte contro il muro). Adesso tenevi forte, perchè non ci crederete mai: c’è chi sostiene che la Terra sia piatta e che le immagini della NASA siano tutte photoshoppate. Se provate a cercare trovate post di studenti che vogliono fare la tesina del liceo portando “prove” filosofiche e religiose inconfutabili a sostegno di questa teoria e sono sicuri di poter convincere i professori che “hanno passato tutta la vita ad insegnare cose sbagliate”.
Io non ho parole e scommetto neanche voi! Comunque per gettare un po’ di chiarezza su questi argomenti nei prossimi giorni andremo a vedere i problemi di questa teoria, ad analizzare le PROVE SCIENTIFICHE riguardanti la sfericità della Terra e vedremo come possono essere confutate le teorie del complotto.
A presto!

Sara

Grazie!

Mega ciao!
Grazie a tutti quelli che hanno partecipato alla conferenza ieri sera! Eravate in tanti e spero che vi siate divertiti
Il prossimo appuntamento sarà venerdì 16 novembre alle ore 21:00 presso lo spazio espositivo del Lanificio Conte, per la conferenza dal titolo “Astrobiologia: dagli estremi terrestri alla ricerca di vita aliena” tenuta dalla nostra Dott.ssa Francesca Dal Pozzolo! Sarà un evento da non perdere!
Vi aspettiamo numerosi!

Sara

L'immagine può contenere: 1 persona, primo piano

Nuvoloso con possibilità di pioggia saturniana

Mega ciao!
Vi ricordate della mitica sonda Cassini che è andata ad esplorare Saturno, i suoi satelliti e il suo sistema di anelli? La sonda ha cessato la sua attività l’anno scorso, ma i dati raccolti sono talmente tanti che gli scienziati li stanno ancora elaborando e stanno continuando a scoprire cose nuove, interessanti e talvolta bizzarre. Una delle ultime notizie saturniane è che sul pianeta piove! Piove?!!! Cosa?!! Le piogge sono molto particolari: sono formate da composti organici intrappolati in piccoli granelli d’acqua. Tra i composti troviamo metano, ammoniaca, monossido di carbonio, anidride carbonica ed azoto. Questi hanno una composizione diversa dai composti trovati su Encelado e Titano, dunque sembra proprio che nel sistema di Saturno sia presente una terza riserva di composti organici. Dove si trova questa riserva? Bella domanda!
Se volete saperne di più riguardo alla missione Cassini e al secondo pianeta gigante del nostro Sistema Solare, vi aspetto il 19 ottobre alle ore 21:00 allo spazio espositivo del Lanificio Conte per la conferenza dal titolo “Saturno: il Signore degli Anelli Spaziale”.
A presto!

Sara

Immagine ripresa dalla sonda Cassini.

Grazie al bolide e a tutti voi!

Mega ciao!
Grazie a tutti quelli che hanno partecipato all’osservazione ieri sera. Purtroppo le nuvole ci hanno perseguitati per tutta la serata quindi siamo riusciti a vedere ben poco. Per fortuna noi astrofili abbiamo sempre il piano B: se è nuvolo vengono proiettate delle immagini astronomiche all’interno della cupola e teniamo delle mini conferenze.
Ci tengo a ringraziare anche il mega bolide luminosissimo che è passato proprio davanti alla fenditura della cupola nell’esatto momento in cui stavamo guardando fuori! Grandissimo!
Vi ricordo che la prossima apertura dell’osservatorio sarà sabato 18 agosto dalle ore 21:00. Di nuovo, in caso ci sia molta affluenza bisognerà avere un po’ di pazienza per entrare in cupola in quanto ci stanno massimo 17 persone alla volta. In caso le nuvole perseguitino ancora la nostra serata le mini conferenze astronomiche sono pronte quindi riuscirete lo stesso ad ampliare le vostre conoscenze spaziali.
Vi aspettiamo numerosi!

Sara

Osservatorio aperto il 5 agosto

Mega ciao!

Domenica 5 agosto l’osservatorio sarà aperto al pubblico dalle 10:30 alle 16:00 per osservazione del Sole. Potrete ammirare la nostra stella con un telescopio rifrattore dotato di prisma di Herschel, che permette di vedere la granulosità solare, e con il telescopio Lunt, che permette di vedere le protuberanze. Per informazioni chiamatemi al numero 3290689207 entro sabato sera.

Vi aspettiamo numerosi!

 

Sara

Eclissi di Luna del 27 luglio 2018

Mega ciao!
L’eclissi di Luna di ieri sera è stata lunghissima e spettacolare! Incredibilmente il tempo a Schio ha retto fino alla fine e ci ha permesso di ammirare anche Giove, Saturno, Venere e la grande opposizione di Marte. Volevo ringraziare tutti gli astrofili che hanno messo a disposizione le loro conoscenze ed i loro telescopi, ma soprattutto le circa 800 persone tra adulti e bambini che hanno partecipato e si sono emozionate con noi di fronte a questo spettacolo straordinario!
Qui sotto trovate una bellissima immagine dell’eclissi realizzata dal nostro astrofotografo Giuseppe Peltran.
Grazie ancora a tutti e vi aspetto domenica 29 luglio dalle 10:30 alle 16:00 in osservatorio per l’osservazione del Sole!
A presto!

Sara

Osservazioni

Mega ciao!

Venerdì 27 luglio dalle 20:30 ci troverete con tanti telescopi in Via Toni Ortelli a Magrè per l’osservazione dell’eclisse totale di Luna e della grande opposizione di Marte.

Domenica 29 luglio l’osservatorio sarà aperto al pubblico dalle 10:30 alle 16:00 per l’osservazione del Sole.

Vi aspettiamo numerosi!

 

Sara