Eclissi di Luna

Mega ciao!

Vi avviso che domani sera non ci sarà nessuna eclissi di Luna. La bufala dell’eclissi più lunga dei prossimi 100 anni ricompare ciclicamente. Il problema è che non si capisce se venga pubblicata per prendere qualche click in più oppure se chi pubblica queste notizie non sia nemmeno in grado di consultare Wikipedia. Il 27 luglio una spettacolare eclissi di Luna c’è stata ma…nel 2018! Come fare a capire se c’è un’eclissi di Luna? Avete due possibilità:

1- andate su Wikipedia, dove trovate le date delle eclissi di Luna fino al 2030;

2- prendete il calendario lunare. Se nel giorno in questione non c’è la Luna piena allora sapete già che non ci sarà nessuna eclissi.

Quando si verificano le eclissi di Luna?

Ci sono diverse condizioni che devono verificarsi. Come prima cosa la Luna deve essere piena. In secondo luogo, la Terra deve trovarsi tra la Luna e il Sole. La terza condizione è che la Luna deve trovarsi in uno dei due nodi, cioè in uno dei due punti di intersezione tra la sua orbita e quella terrestre. Infatti, l’orbita lunare è inclinata di poco più di 5° rispetto al piano dell’eclittica. Per questo motivo non ci può essere un’eclissi di Luna (o di Sole) ogni volta che c’è la Luna piena (o nuova). Ma quando sarà la prossima eclissi?

Ce n’è una a novembre, ma non sarà visibile dall’Italia. La prossima osservabile da nostro paese sarà il 16 maggio 2022, comincerà alle 1:38, raggiungerà la totalità alle 4:11 e finirà alle 6:23.

A presto!

Sara

Non influenze stellari e planetarie

Mega ciao!

Ogni tanto, durante le osservazioni pubbliche, capita di dover rispondere a domande esistenziali tipo: “Ma è vero che i pianeti influenzano la nostra vita?” La risposta è: NO! O meglio si, ma non come pensate voi. Saturno contro non esiste e di sicuro non vi farà andare male la giornata. L’unico modo in cui vi influenza la vita è quando andate nell’archivio della sonda Cassini e trovate l’immagine in cui si vede l’ombra degli anelli proiettata sulle nuvole del pianeta. Oppure quando andate su NASA ADS, il sito dove vengono pubblicati tutti gli articoli di astronomia e astrofisica, e cercate le nuove scoperte della Cassini. Adesso starete pensando: “Ma cosa sta dicendo? La sonda Cassini è morta nel 2017!” Su questo avete ragione (RIP Cassini, ti vogliamo bene), ma ha raccolto talmente tanti dati che ci vorranno ancora anni per finire di analizzarli. Quindi, se vi impegnate a cercare articoli in siti scientifici affidabili e non in siti complottisti, adesso potete trovare degli articoli appena usciti (o che saranno pubblicati nelle più prestigiose riviste di astronomia e astrofisica) che parlano di Encelado, uno dei satelliti di Saturno. Encelado sì che sa come migliorarti la giornata!

Questa piccola luna è diventata famosa perchè dalle sue strisce di tigre, le spaccature nella crosta di ghiaccio spessa diversi chilometri, viene sparato del materiale nello spazio. Pensate che c’è un sistema di ben 100 geyser. La sonda Cassini è passata attraverso il materiale eruttato e ne ha analizzato accuratamente la composizione chimica. Ha trovato parecchio idrogeno, che ha confermato la presenza di sorgenti idrotermali subacquee. Sorgenti idrotermali? Eh già, perchè sotto la crosta ghiacciata c’è un oceano d’acqua. Che ci sia la vita?

Questa è proprio la domanda a cui cercano di rispondere. A quanto pare i processi di ossidazione potrebbero diversificare il materiale metabolico presente su Encelado. Come hanno fatto a scoprirlo? Tramite dei modelli chimici ottenuti al computer. E cosa dicono? Ve ne parlerò più avanti in un post dedicato, ma (ATTENZIONE SPOILER) dicono tante cose entusiasmanti! Varrebbe la pena dedicare una missione spaziale all’esplorazione di questa piccola luna.

Gli altri pianeti del Sistema Solare possono darvi brividi simili. La missione Juno sforna foto delle nuvole di Giove che sembrano quadri di Van Gogh. E attenzione, perchè ci aspettiamo grandi cose da lei sul fronte Ganimede.

Di Marte si parla anche troppo quindi per un po’ lo lasciamo in pace.

Plutone non è più un pianeta dal 2006 (poveraccio), però, nonostante sia piccolo e lontanissimo, ha trovato un modo pazzesco per migliorarci la giornata. Starete pensando: “Che forza! Quindi anche se è piccolo la sua forza gravitazionale ha effetti incredibili sulla Terra!” Eh….anche no! Ma qualche anno fa è stato esplorato dalla sonda New Horizons, che ci ha inviato delle immagini spettacolari! La vedete la regione più chiara del pianeta nano? E’ fatta di ghiaccio d’azoto su cui ci sono delle montagne di ghiaccio d’acqua che fluttuano da una parte all’altra della regione a seconda del cambio di stagione. In molti ci hanno visto un cuore, ma, se preferite, assomiglia anche al muso di Pluto, l’amico a quattro zampe di Topolino. Del non effetto delle costellazioni sulle vostre vite parleremo un’altra volta…stiamo preparando grandi cose per voi 😉

Ricordatevi: se vi va male la giornata o la vita in generale non è colpa di stelle e pianeti. L’unica stella che può influenzarvi è il Sole (sempre che ovviamente non esploda una supernova troppo vicino al Sistema Solare…non sarebbe proprio una cosa piacevole). In realtà le uniche altre stelle che hanno avuto un impatto sulla vostra vita sono tutte morte. So che sembra strano, ma è proprio così. Infatti ogni atomo che compone le cellule del vostro corpo è fatto letteralmente di “polvere di stelle”. Dal Big Bang sono stati formati solo idrogeno, elio e un po’ di litio. La rapida evoluzione delle prime stelle ha prodotto un sacco di metalli (vi ricordo che noi astronomi siamo strani: per noi i metalli sono tutti gli elementi più pesanti di idrogeno ed elio) che sono poi stati rilasciati nello spazio dall’esplosione in supernova. Questi elementi sono andati ad unirsi ad altre nubi molecolari da cui si sono formate altre stelle, il Sole, i pianeti del Sistema Solare, i dinosauri (li dovevo per forza citare) e l’essere umano. Mi raccomando, cercate sempre fonti attendibili quando volete informarvi sugli astri. Combattete il complottismo con noi!

A presto!

Sara

L’ombra degli anelli (Image credits: NASA)
Le nuvole di Giove (Image credits: NASA)
Plutone (Image credits: NASA)

SOLUZIONE ASTROQUIZ 7: i neutrini

Mega ciao!

SOLUZIONE ASTROQUIZ 7

Questo giro il gioco era un vero o falso. La soluzione è: falso. Non è assolutamente vero che i neutrini sono particelle che interagiscono con la Terra scatenando terremoti. Vi chiederete come mi sia venuto in mente di proporvi un quiz così bizzarro. Nel film catastrofico “2012”, uscito proprio nell’anno in cui secondo alcune persone il mondo doveva finire perchè secondo loro i Maya l’avevano predetto, tutti i disastri come terremoti e inondazioni sono provocati dai neutrini che scaldano il nucleo e il mantello terrestre. Ovviamente a regista e sceneggiatore non è passato minimamente per la testa di chiedere ad un astrofisico se questo sia effettivamente possibile….geniali!

I poveri neutrini sono delle particelle subatomiche prive di carica elettrica e con una massa estremamente piccola (addirittura inferiore alla massa degli elettroni, che è di 9.1×10^(-31) kg). La loro esistenza è stata ipotizzata da Wolfgang Pauli nel 1930 come prodotto del decadimento Beta. Sono stati osservati per la prima volta nel 1956 da Cowan e Reines all’interno di un reattore nucleare. Nel 1968 sono stati osservati dei neutrini provenienti dal Sole, mentre nel 1987 ne sono stati rivelati ben 10 provenienti dalla supernova SN 1987A.

I neutrini vengono quindi prodotti dalle reazioni nucleari e sono pertanto uno degli unici mezzi che abbiamo per ottenere informazioni sull’interno delle stelle.

Il problema è che non interagiscono quasi per niente con la materia che incontrano nel loro cammino e, per questo motivo, sono difficilissimi da rivelare. In pratica, servirebbe un muro di piombo spesso un anno luce (ovvero circa 9460.8 miliardi di chilometri) per bloccare la metà dei neutrini che lo attraversano. Pensate che una stella come il Sole produce un flusso di neutrini di circa 100 miliardi al secondo per centimetro quadrato. Quindi in questo momento ognuno di voi, senza accorgersene, è attraversato da una valanga di queste particelle subatomiche. I neutrini non vi faranno mai niente e non scalderanno mai il nucleo e il mantello terrestre, quindi stanotte potete dormire tranquilli.

A presto!

Sara

Covid e stelle: tranquilli, non ci sono correlazioni

Mega ciao!

Non sapete cos’ho appena letto…Preparatevi ad un processo di autocombustione…Sapete che tra zone rosse/arancioni la gente ha tanto tempo per pubblicare teorie assurde a cui in tanti poi si accodano. Ho letto un sacco di titoloni su Covid e astrologia, astrologi che dicono che si poteva prevedere tutto, che dalle fasi lunari era chiarissimo che qui a metà aprile i contagi sarebbero scesi e chi più ne ha più ne metta.

Ragazzi e ragazze vi do una notizia pazzesca: non c’è nessunissima relazione tra Luna, stelle e Covid! Che i contagi sarebbero diminuiti in questo periodo era chiaro: siamo in zona arancione e non si può fare niente. La Luna poverina lasciatela stare. Potete chiamarla in causa ogni volta che volete spiegare a qualcuno le maree, ma per quanto riguarda pandemie varie lei se ne frega altamente.

Cosa dire invece del passaggio del Sole nello Scorpione piuttosto che nel Sagittario o nell’Ofiuco? La cosa più evidente è che l’astrologia continua a dimenticarsi del povero Ofiuco. Ma lasciamolo un attimo da parte anche noi (scusa Ofiuco…non prendertela…noi ti vogliamo bene). Secondo voi sul serio il passaggio del Sole nella fettina di cielo in cui i nostri antenati, che si annoiavano a morte per l’assenza di YouTube e Netflix, hanno fatto il gioco di unire i puntini che trovate nella settimana enigmistica sfornando forme in modo assolutamente arbitrario può cambiarci in qualche modo la vita? La risposta è no! Ho capito che i libri di astrofisica hanno formule un po’ complicate, ma facendo quattro conti e provando a calcolare l’influsso di una stella situata a diversi anni luce di distanza da noi sapete cosa risulta? Risulta che è decisamente inferiore a quello della lampadina da 100 W che avete sulla vostra scrivania. Secondo voi una lampadina da 100 W vi influenza la vita? (Ovviamente intendo quando non vi si fulmina, perchè lo so che in quel caso dovete prendere la macchina e farvi un giro al Brico). Io non credo proprio!

Il bello è che si sa già da secoli che le stelle non ci influenzano la vita. L’unico problema è che all’epoca gli astronomi, pagati dai nobili, erano costretti a fare previsioni astrologiche. L’esempio più lampante è Geminiano Montanari, uno dei miei idoli, che per nove anni ha pubblicato un giornaletto di previsioni astrologiche per poi ritrattare tutto in un libro dal titolo “L’astrologia convinta di falso”, in cui spiegava come ha trollato tutti per nove anni. Un boss!

Vi prego, non fermatevi a titoli accattivanti e “teorie” che promettono di spiegarvi quanto le pandemie siano prevedibili usando le stelle. Vi stanno prendendo in giro. Essere in un punto dell’orbita terrestre piuttosto che in un altro cambia solo due cose: le stagioni e le costellazioni che vedete sulla volta celeste (tranne quelle circumpolari che ovviamente ci sono sempre). Se non avete voglia di studiare formule complicate non è un problema. Ci sono un sacco di libri di astronomia che vi spiegano in modo semplice i fenomeni che osserviamo sulla volta celeste. Se volete qualche consiglio sapete dove trovarmi.

Dopo questo fantastico e lunghissimo sfogo (scusate, ma era assolutamente necessario), vi auguro una felice settimana dei buchi neri. Domani troverete un bel post a tema 😉

A presto!

Sara

Scienza vs pseudoscienza

Mega ciao!

Il giornale dell’Università di Padova ha pubblicato un articolo molto interessante su scienza e pseudoscienza. Sfortunatamente è evidente una sempre maggior diffusione di teorie complottiste, astrologia e terrapiattismo. Alla base di queste “teorie” non c’è nulla di scientifico, ma alcuni preferiscono seguirle perchè sono decisamente più facili delle lunghe formule matematiche che descrivono i fenomeni che vediamo sulla volta celeste. Vi consiglio di non fermarvi qui. Continuate ad approfondire! Non serve essere astronomi per capire l’astronomia. Ci sono numerosi siti e pagine facebook che vi spiegano i fenomeni celesti e le ultime novità in campo astronomico usando un linguaggio semplice, tra cui quelli della NASA, dell’ESA, dell’ESO, Media INAF, EDU INAF e del nostro gruppo astrofili. Avete un sacco di mezzi per ottenere le informazioni giuste….sfruttateli!

A presto!

Sara

https://ilbolive.unipd.it/it/news/scienza-pseudoscienza-confine-sta-metodo?fbclid=IwAR2O5gjjpwe3jPGRsdH2M0aYcVcUH_RK3g5GG5PFV9WLhxKYJxVmUP1Q4SY

Costellazioni e influenza stellare

Mega ciao!

Cosa sono le costellazioni? Sono delle figure immaginarie sulla volta celeste che collegano le stelle più luminose del cielo. In tutto ce ne sono 88. Le costellazioni circumpolari (nel nostro caso l’Orsa Minore, l’Orsa Maggiore, il Drago, Cassiopea e Cefeo) sono visibili in ogni periodo dell’anno, mentre le altre cambiano a seconda della stagione (per es. in inverno troviamo Orione e il Cane Maggiore, mentre in estate sono visibili all’orizzonte il Sagittario e lo Scorpione). Altre costellazioni ancora non sono visibili dall’emisfero Nord. Tra le varie costellazioni troviamo quelle dello zodiaco, ovvero quelle che si trovano lungo l’eclittica, il percorso apparente del Sole in cielo. Le costellazioni zodiacali non sono 12, come vorrebbero farvi credere negli oroscopi, ma sono 13: il Sole attraversa anche la costellazione dell’Ofiuco. Si sente dire spesso che con i pianeti in una certa configurazione e situati in una certa costellazione possono succedere disastri incredibili. Ultimamente stanno cercando di dare la colpa della situazione covid alle stelle. Non è vero! Le stelle sono talmente distanti che la loro influenza su di noi è inferiore a quella di una lampadina da 100 W. Pensate che le lampadine da 100 W vi influenzino la vita? Io non credo! Anche i pianeti sono decisamente troppo distanti per aver influenza sulle nostre vite, tranne ovviamente quando le sonde ci inviano foto spettacolari.

Tornando alle costellazioni voglio farvi notare una cosa: sono figure totalmente arbitrarie costruite facendo il gioco di unire i puntini che trovate nella settimana enigmistica. In questo momento se vi stampaste una mappa del cielo, in cui le costellazioni non sono segnate, potreste fare lo stesso gioco unendo i punti più luminosi e vi verrebbero fuori costellazioni completamente diverse! Magari trovereste 9 o 15 costellazioni lungo l’eclittica e le vostre figure in totale potrebbero essere 50 o 100, a seconda di come vi vengono i disegni e a quanto è lanciata la vostra vena artistica del momento. Potreste trovare la costellazione Goku, Capitan Tsubasa o, come me, la costellazione “Naruto ha acceso il suo chakra” (che in realtà non è a forma di faccia di Naruto, ma a forma di stufa dell’osservatorio del Novegno….l’abbiamo soprannominata Naruto quando, dopo un sacco di tentativi con l’umidità del Novegno, siamo riuscite ad accenderla). Pensate che se Giove e Saturno sono in congiunzione in “Naruto ha acceso il suo chakra” e Marte è in opposizione in Capitan Tsubasa con Venere in fase in Goku possa cambiare qualcosa nelle vostre vite? Che lo pensiate o no non fa nessuna differenza, perchè con le tecnologie che abbiamo all’epoca attuale possiamo affermare che stelle e pianeti non influenzeranno mai le nostre vite!

A presto!

Sara

Oroscopo 2021

Mega ciao!

Il 2021 è arrivato! Come promesso qui trovate l’oroscopo serio, con tutte le predizioni esatte per il nuovo anno! Siete pronti? Partiamo!

ARIETE (19 aprile – 13 maggio): le stelle e i pianeti non influenzeranno nessun aspetto della vostra vita. Ma siamo sicuri? Certo! La sua stella più luminosa, Hamal, è una gigante arancione con una temperatura superficiale di appena 4553 K (è più fredda del Sole). Trovandosi a circa 66 anni luce di distanza, ovvero a 624412.8 miliardi di chilometri, non vi influenzerà mai! Ma il vostro umore sarà certamente influenzato da Dark perché, visto che Venere è ricomparso in cielo…ah no, scusate! Nemmeno a Venere interessa niente di quello che fate e non può influenzare la vostra vita! Ma il vostro cervello andrà in trip facendo conti complicatissimi per cercare di capire le connessioni tra i personaggi di Dark!

TORO (14 maggio – 19 giugno): le stelle e i pianeti non influenzeranno nessun aspetto della vostra vita. Anche la distanza della stella più luminosa del Toro, Aldebaran, è di circa 66 anni luce, mentre la sua temperatura è addirittura più bassa rispetto ad Hamal, appena 3913 K. E Mercurio? Come Venere sarà in fase, quindi influenzerà tutti quanti…ah no, è troppo piccolo per produrre qualsiasi effetto, ma scatenerà la vostra ira se guarderete quel pessimo film di fantascienza in cui una tempesta magnetica del Sole ha mandato il pianeta in rotta di collisione con la Terra (evidentemente qualcuno non ha capito l’astrofisica).

GEMELLI (20 giugno – 20 luglio): le stelle e i pianeti non influenzeranno la vostra vita in alcun modo. Però Castore, la stella più luminosa di questa costellazione situata a circa 51 anni luce di distanza (circa 482500.8 miliardi di chilometri), è una stella doppia, quindi se siete astrofili e la osservate al telescopio vi migliorerà la vita. E se avessimo Saturno contro? Eh…potrebbe effettivamente crearvi problemi lavorativi. Come?!!!! È visibile per tutta l’estate tutta la notte, quindi la mattina dopo la terza nottata di osservazione il vostro capo, trovandovi addormentati al computer, si trasformerà in un arrabbiatissimo Hulk. Vi consiglio quindi di passare la notte intera ad osservarlo solo durante il weekend.

CANCRO (21 luglio – 9 agosto): le stelle e i pianeti non influenzeranno mai la vostra vita. La stella principale della costellazione, Acubens, si trova a circa 173 anni luce di distanza, cioè circa 1636718.4 miliardi di chilometri. Dite che è troppo distante per influenzare la vostra vita? Avete perfettamente ragione! E Urano ci influenzerà? Non proprio, ma vi rallegrerà la giornata ogni volta che pensate che, invece di girare come una trottola, rotola come un pallone da calcio lungo la sua orbita. Tranquilli, fortunatamente non ha quella forma ellissoidale che assumeva il pallone da calcio dopo che Mark Lenders sferrava il potentissimo tiro della tigre!

LEONE (10 agosto – 15 settembre): le stelle e i pianeti non influenzeranno minimamente la vostra vita. La sua stella principale, Regolo, si trova a circa 77 anni luce, cioè circa 728481.6 miliardi di chilometri. Pur essendo molto luminosa e calda non correte nessun rischio che possa influenzare la vostra vita amorosa, a meno che non invitiate la ragazza o il ragazzo che vi piace ad osservarla con voi al telescopio: in questo caso potreste avere una possibilità. Ma attenzione: non sarà l’influsso della stella a procurarvi una fidanzata (o un fidanzato), infatti la lavastoviglie di casa vi influenza molto più di Regolo. La persona in questione potrebbe semplicemente cedere di fronte alla bellezza della stella, dei pianeti e degli oggetti di profondo cielo che le mostrerete al telescopio.

VERGINE (16 settembre – 30 ottobre): le stelle e i pianeti non influenzeranno minimamente la vostra vita. La stella principale della costellazione, Spica, si trova a circa 250 anni luce di distanza, cioè a circa 2365200 miliardi di chilometri. Vi influenzerà la vita solo quando osserverete con il telescopio dell’Osservatorio del Novegno la galassia M87, una galassia ellittica supergigante situata a circa 52 milioni di anni luce di distanza. M87 è spettacolare e vi manderà in estasi pensare che non la state osservando in diretta, ma i fotoni che state vedendo sono partiti 52 milioni di anni fa. In questa galassia c’è anche un buco nero di 6 miliardi e 500 milioni di masse solari, il primo di cui sia stata ottenuta un’immagine.

BILANCIA (31 ottobre – 22 novembre): le stelle e i pianeti non influenzeranno mai la vostra vita. La sua stella principale, Zubenelgenubi, si trova a circa 77 anni luce di distanza, come Regolo. E Nettuno influenzerà il vostro rendimento scolastico? No, i bei voti dovrete sudarveli. Ricordatevi di studiare bene astronomia e astrofisica, in modo da non diventare tutti astrologi e terrapiattisti. Potreste essere proprio voi a dare un contributo fondamentale all’astrofisica, magari creando una mappa stellare della Via Lattea ancora più completa che porterà i futuri astronauti oltre i 100 parsec di distanza dal Sole. Pronti per il salto nell’iperspazio?

SCORPIONE (23 novembre – 29 novembre): i pianeti e le stelle vi influenzeranno tantissimo….Scherzo, non influenzeranno nemmeno voi! La stella più luminosa della costellazione, Antares, è una supergigante rossa situata ad appena 604 anni luce di distanza, cioè a circa 5714323.2 miliardi di chilometri. Influenzerà astronomi e astrofili quando alla fine della sua vita esploderà in una supernova. Sarà uno spettacolo eccezionale! Pensate che l’ultima volta che è stata registrata un’esplosione del genere nella nostra galassia è stato nel lontano 1604.

OFIUCO (30 novembre – 17 dicembre): venite snobbati da tutti, ma non vi preoccupate perché stelle e pianeti non influenzeranno mai nemmeno voi! La stella principale della costellazione si trova a circa 47 anni luce di distanza, cioè circa 444657.6 miliardi di chilometri. Vi posso assicurare che la lampadina da 100 W che avete sopra la testa in questo momento vi sta influenzando molto più di questa stella. Forse dovremmo scrivere degli oroscopi basati sulle costellazioni dei lampioni, delle lavastoviglie e delle lavatrici. Ve la immaginate la griglia che collega tutte le lavatrici e le asciugatrici sparse per il mondo, in stile scacchiera, con uno sconsolatissimo Ron Weasley che pronuncia la frase “Lavatrice in H3” ogni volta che uno dei pezzi si rompe?

SAGITTARIO (18 dicembre – 18 gennaio): i pianeti e le stelle non influenzeranno mai la vostra vita. C’è da dire però che voi del Sagittario siete fortunati: nella vostra costellazione c’è il centro della Via Lattea. Vi cambia la vita? Assolutamente no, ma è un posto particolarmente bello perché c’è un buco nero supermassiccio, di circa 3 milioni e 610 mila masse solari. Eh lo sapete che i buchi neri mi esaltano! Ci risucchierà tutti? No! Nonostante sia così massiccio il suo raggio di influenza, cioè il raggio entro il quale il potenziale gravitazionale è dominato dal buco nero, è molto limitato: arriva a circa 1.4 parsec di distanza dall’oggetto compatto. Il Sistema Solare si trova a circa 8000 parsec di distanza quindi siamo salvi! E i pianeti? Ho letto cose terribili sul fatto che ci sarà una crisi del coronavirus perché il 7 gennaio Marte entrerà nel Toro. Questo non è vero! Nessuno dei pianeti del Sistema Solare e nessuna stella hanno a che fare con il COVID! Se ci sarà una crisi il motivo sarà da ricercare solamente nella stupidità umana.

CAPRICORNO (19 gennaio – 15 febbraio): pianeti e stelle non influenzeranno la vostra vita nemmeno quest’anno. La sua stella più luminosa, Algedi, è una doppia prospettica, cioè è composta da due stelle non legate gravitazionalmente tra loro e che vediamo vicine solo a causa della prospettiva. La componente principale dista da noi circa 686 anni luce, cioè 6490108.8 miliardi di chilometri. Non vi influenzerà mai! E Plutone? Nel 2006 è stato declassato a pianeta nano. È talmente piccolo e distante che vi influenzerà solo se andrete a vedere le immagini scattate dalla sonda New Horizons, in cui si vedono le montagne di ghiaccio d’acqua che se ne vanno a spasso per il “cuore” del pianeta (per cuore intendo ovviamente la regione un po’ più chiara della superficie che ha proprio la forma di un cuore o del muso di Pluto, l’amico a quattro zampe di Topolino).

AQUARIO (16 febbraio – 11 marzo): stelle e pianeti non vi influenzeranno nemmeno un po’. La sua stella principale, Sadalmelik, si trova a circa 525 anni luce di distanza da noi, cioè circa 4966920 miliardi di chilometri. Influenzerà il vostro umore? No! E Giove? Il pianeta gigante vi influenzerà solo se andrete a cercare le immagini riprese dalla sonda Juno, in cui i suoi cicloni formano una struttura dalla forma di un esagono perfettamente regolare e le nuvole sembrano dipinte da un mitico Van Gogh spaziale.

PESCI (12 marzo – 18 aprile): le stelle e i pianeti non influenzeranno mai la vostra vita. La stella principale della costellazione si trova a circa 150 anni luce di distanza, cioè a 1419120 miliardi di chilometri. La sua influenza sulla vostra vita è nulla! E se sommiamo l’azione di tutti i pianeti? Nemmeno in questo caso sarete influenzati, a meno che non decidiate di comprarvi un telescopio e di osservare di persona questi meravigliosi oggetti celesti. Anche con un piccolo strumento potrete vedere le lune di Giove, gli anelli di Saturno e le fasi di Venere osservate ancora nei primi decenni del 1600 dal buon vecchio Galileo Galilei. Le tecnologie da allora sono andate un po’ avanti quindi voi vedrete meglio di Galileo e potrete aggiungere nebulose, galassie e ammassi stellari al vostro tour del cielo.

Ora che ho distrutto tutte le vostre convinzioni e demolito i vostri sogni che le stelle possano aiutarvi a trovare l’anima gemella, vi ricordo di non ignorare più l’Ofiuco, la precessione degli equinozi e che l’astrofisica è basata su formule matematiche che servono per descrivere in modo preciso i fenomeni osservati (quindi giù di integrali ed equazioni differenziali come se non ci fosse un domani). Chi vi dice che le stelle influenzeranno la vostra vita evidentemente non ha mai preso in mano un libro di astrofisica e non ha idea di cosa sia il metodo scientifico inventato da Galileo Galilei, su cui si basa tutta la scienza. In questo 2021 vediamo anche di trattare bene l’unico pianeta che può veramente influenzarci: la Terra. Influenza l’umore? Il mio di certo: quando mi imbatto nei gruppi di terrapiattisti divento tipo Anakin quando combatte contro Obi Wan, passando definitivamente al lato oscuro della forza. Fate studiare i vostri figli in modo che non cadano talmente in basso da fondare la società della Luna piatta. Pensiamo poi a tutelare la nostra salute e quella degli altri. Pensiamo a cosa vogliamo lasciare alle future generazioni: il riscaldamento globale purtroppo è un dato di fatto, non un complotto ideato dai poteri forti per non si sa quale motivo. Certo come dice il buon Nolan “l’umanità è nata sulla Terra ma non è destinata a morirci”, però forse sarebbe il caso di preservare meglio il nostro pianeta, almeno finchè non raggiungeremo una tecnologia abbastanza avanzata per un viaggio interstellare di massa (ovviamente a bordo della Stazione Cooper).

Detto questo vi auguro un Felice Anno Nuovo!

A presto!

Sara

Promemoria

Mega ciao!

Vi ricordo che, per allietare l’arrivo dell’anno nuovo, allo scoccare della mezzanotte in questo sito internet e sulla pagina Facebook del nostro gruppo pubblicherò l’oroscopo 2021. Saranno predizioni serie e attendibili, basate sul metodo scientifico e su tutti i fenomeni che vengono trascurati dagli astrologi.

Nel frattempo vi ricordo che sono aperte le iscrizioni al Gruppo Astrofili di Schio per l’anno 2021. Inoltre sono aperte le iscrizioni anche al Corso Avanzato di Astronomia online.

Per informazioni chiamatemi al numero 3290689207.

Vi aspetto qui a mezzanotte!

Sara

Premessa all’oroscopo 2021

Mega ciao!

L’anno nuovo sta arrivando e, come promesso, porterà con sè l’oroscopo più serio e affidabile, con tutte le previsioni esatte su come stelle e pianeti influenzeranno il vostro 2021! Ah no, aspettate un attimo…stelle e pianeti non influenzeranno un bel niente, tranne la mia vita e quella di astronomi e astrofili, ma solo perché è sempre emozionante vedere certe immagini astronomiche e alcuni dati pazzeschi! In questo post facciamo un po’ di premesse che vi aiuteranno a capire meglio le predizioni per il vostro segno.

Le costellazioni zodiacali, ovvero quelle attraversate dal Sole durante il suo percorso apparente in cielo, non sono 12 come vogliono farvi credere gli astrologi, ma sono 13. Loro si sono persi per strada la costellazione dell’Ofiuco!

Le costellazioni non corrispondono ai mesi che trovate nell’oroscopo a causa di un fenomeno chiamato precessione degli equinozi. Cos’è? L’asse terrestre, inclinato di 23°27’, compie un movimento a doppio cono a causa dell’attrazione gravitazionale del Sole e della Luna. Questo fa precedere la Terra lungo la sua orbita, quindi il punto dell’equinozio di primavera non si trova più nella costellazione dell’Ariete, ma si è spostato nei Pesci e nel 2700 si troverà nell’Aquario.

Le costellazioni sono state inventate per riuscire ad orientarsi anche di notte (migliaia di anni fa non avevano il navigatore satellitare) e le varie forme sono state ottenute facendo il gioco di unire i puntini più luminosi, in stile settimana enigmistica. Potreste tranquillamente uscire la sera, unire i puntini in forme completamente diverse e non cambierebbe nulla!

La stella più vicina al nostro sistema, Proxima Centauri, dista circa 4.25 anni luce, ovvero 40208 miliardi di chilometri. Questa è una distanza troppo grande perché la stella ci possa influenzare. Le altre stelle che compongono le varie costellazioni sono ancora più lontane, quindi facendo i conti in modo accurato trovate che non c’è quasi alcun modo in cui possano influenzare le vostre vite. Perché ho scritto quasi? Per un motivo semplicissimo: se una stella dalle 8 masse solari in su, situata abbastanza vicina al Sistema Solare, esplodesse in una supernova potrebbe far abbassare la ionosfera terrestre e causare l’estinzione dell’umanità.

Gli oroscopi di solito vi parlano anche dei pianeti del Sistema Solare e di congiunzioni particolari che, secondo gli astrologi, sarebbero la causa di catastrofi di proporzioni epiche. Per esempio, lo scorso 21 dicembre c’è stata la grande congiunzione di Giove e Saturno. Cos’è successo? I due pianeti, percorrendo le rispettive orbite, si sono avvicinati sempre di più sulla volta celeste e il 21 dicembre hanno raggiunto la minima distanza, risultando quasi indistinguibili ad occhio nudo. Risentiremo di qualche controindicazione? Assolutamente no: i due pianeti erano vicini solamente per un effetto prospettico. Giove distava da noi circa 886 milioni di chilometri, mentre Saturno 1 miliardo e 619 milioni di chilometri. Non hanno mai corso il rischio di scontrarsi tra loro (le loro orbite non si intersecheranno mai!) e sono troppo lontani per influenzare le nostre vite. Anche se effettivamente c’è un modo in cui i due giganti gassosi ci influenzano: ci proteggono dalla maggior parte degli asteroidi potenzialmente pericolosi, quindi li potete considerare come i nostri due scudi spaziali. Detto ciò, siete pronti per l’oroscopo? Lo troverete in questo sito e sulla pagina Facebook del Gruppo Astrofili di Schio allo scoccare della mezzanotte del 31 dicembre 😉

A presto!

Sara

Combattiamo le fake news: Astrologia e Covid

Mega ciao!

Anche oggi mi ritrovo a combattere contro le fake news! Attenzione: quanto segue potrebbe turbare la vostra sensibilità, quindi se non avete uno stomaco forte lasciate perdere (ahahahahah). Nell’immagine qui sotto potete vedere il titolone di un articolo uscito due giorni fa in cui si associano Covid e astrologia #potreivomitare. Hanno chiesto ad un’astrologa se è possibile prevedere le pandemie usando le stelle (solo per pensare una cosa simile bisogna essere dementi). Nell’articolo scrivono, citando l’astrologa, che “L’astrologia è una scienza seria”. Qui il mio diploma di laurea ha preso fuoco! Punto numero uno: l’astrologia non è una scienza! E’ solo un mucchio di baggianate sparate una dopo l’altra, con l’unico scopo di fare soldi a discapito di qualche povero allocco credulone #gilderoyallocksarebbefierodivoi#ioinveceno. Punto numero due: dice che si è “spaventata, dopo aver visto la presenza di ben quattro pianeti congiunti come Marte, Giove, Saturno e Plutone nel Capricorno”. L’unica cosa che mi spaventa è questa frase senza senso. Vediamo perchè! Partiamo dal fatto che Plutone, ahimè, non è più un pianeta dal lontano 2006. Il nostro Pluto è piccolo (il suo diametro è inferiore a quello della Luna) e molto distante dalla Terra (tra poco meno di 30 e poco meno di 49 unità astronomiche di distanza dal Sole), quindi ha influenzato la vostra vita solo in un momento ben preciso: quando la New Horizons è arrivata sul pianeta e ha cominciato ad inviare sulla Terra le prime foto spettacolari! Se non vi siete emozionati guardando per la prima volta le montagne di Plutone avete sbagliato gruppo! Marte è un po’ più vicino, ma ha una dimensione che è circa la metà di quella della Terra. Può influenzare le vostre vite? Certo, ma solo quando una nuova sonda arriva sul pianeta e sforna foto e dati spettacolari #perseverancepartetraduegiorni. Giove e Saturno? Sono indubbiamente bellissimi, ma anche loro influenzano le vostre vite solo quando li guardate al telescopio o quando arrivano nuove scoperte delle sonde Juno e Cassini. Cos’altro non andava nella frase pubblicata nell’articolo? Ah già! I pianeti si trovavano nel Capricorno. E quindi? Bah! Il Capricorno è una costellazione composta da un po’ di stelle situate a diverse distanze dalla Terra. La stella principale di questa costellazione è Algedi, situata a circa 690 anni luce di distanza da noi. La sua luminosità è di circa 930 luminosità solari, quindi il suo flusso è di 6.65×10^(-10) W/m^(2). Questo equivale al flusso che ricevereste da una lampadina da 100 W posta ad una distanza di 11.9 milioni di chilometri. Può influenzare la vostra vita? Anche no! Tutti questi elementi combinati insieme possono far prevedere lo scatenarsi di una pandemia? Ovviamente no! Le stelle se ne stanno in cielo nelle loro orbite attorno al centro galattico e si fanno i cavoli loro. Non pensano certamente a come influenzare le vite di quei poveracci che abitano la Terra. Volete sapere a cosa pensano le stelle? Ve lo dico! Pensano che per non collassare devono mantenere l’equilibrio idrostatico, che devono mantenere l’equilibrio termico perchè non possono perdere più energia di quella che producono e che devono usare le reazioni nucleari per produrre energia! Se non vi ho ancora convinti, ricordatevi che gli astrologi pensano ancora che le costellazioni zodiacali siano 12 (povero Ofiuco! Non se lo fila nessuno!) e non conoscono la precessione degli equinozi!

A presto!

Sara